E’ morto l’allevatore lombardo al centro di più inchieste in Valle

Ettore Capelloni, 53 anni di Gottolengo (Brescia), è scomparso, dopo una breve malattia, all’inizio dello scorso mese. La notizia è emersa nella mattinata di oggi, in occasione di una delle udienze a carico dell’uomo ad Aosta.
Foto di Luca Benedet
Cronaca

Ettore Capelloni, l’allevatore 53enne di Gottolengo (Brescia), già al centro di inchieste in Valle d’Aosta, che avevano riguardato la percezione indebita di contributi comunitari per il pascolamento, nonché l’abbandono di pony e cavalli, è morto all’inizio dello scorso ottobre. A stroncarlo, all’ospedale di Manerbio dopo un breve ricovero, una grave malattia.

La notizia è emersa nella mattinata di oggi, martedì 8 novembre, quando dinanzi al giudice monocratico del Tribunale di Aosta era in calendario l’udienza di uno dei procedimenti rimasti a carico dell’uomo, che ora verrà estinto a seguito del decesso dell’imputato.

Il processo principale, nato dall’operazione “Pascoli d’oro” del Corpo forestale della Valle d’Aosta, in cui la Procura ipotizzava una truffa da oltre 170mila euro, era invece stato trasferito, per competenza terrritoriale, al Tribunale di Brescia. Anche quel procedimento è destinato a cadere con la scomparsa dell’allevatore.

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte