Angherie alla moglie, che poteva uscire solo con il velo: 22enne in carcere

L’uomo, residente nella “plaine”, è stato arrestato dai Carabinieri, chiamati dalla consorte in preda all’esasperazione per essere stata minacciata con un coltello. Tra le accuse, anche la resistenza a pubblico ufficiale.
Tribunale di Aosta
Cronaca

Un 22enne di origini nordafricane, residente nella “plaine” di Aosta, si trova in carcere, dopo essere stato arrestato dai Carabinieri, con le accuse di maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale. Nella mattinata di oggi, sabato 9 ottobre, il Gip del Tribunale Paolo De Paola ha convalidato il fermo, accogliendo la richiesta del pm Manlio D’Ambrosi e disponendo la custodia cautelare in cella.

L’arresto risale alla serata di giovedì scorso, 7 ottobre, quando la moglie del 22enne (sua coetanea e connazionale) ha chiesto l’intervento della pattuglia, in preda all’esasperazione, per l’ennesimo episodio di angherie e abusi. Lui, a quanto accertato, la stava minacciando di morte con un coltello e non si è placato nemmeno dinanzi ai militari, cercando di colpirli.

Per la donna si è trattato della “goccia che ha fatto traboccare il vaso”, dandole la forza di denunciare ciò che, fino a quel momento, aveva taciuto. Ne è emerso un quadro di vessazioni continue, anche psicologiche, in cui lui – tra le varie condotte raccontate agli inquirenti – la obbligava a uscire il meno possibile e, quando accadeva, a farlo indossando il velo ed evitando di rivolgere lo sguardo attorno a sé.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca
Cronaca