Earth’s Memory, al Forte di Bard i ghiacciai testimoniano la crisi climatica

Promossa e organizzata dal Forte di Bard, l’esposizione sarà visitabile dal 17 giugno al 18 novembre. La mostra - in 90 confronti fotografici - raccoglie un percorso lungo 13 anni, nato per documentare e mostrare gli sconvolgenti effetti dei cambiamenti climatici sul pianeta.
Schermata alle
Cultura

I ghiacciai raccontano il nostro passato e il nostro futuro. La mostra Earth’s Memory presenta in anteprima mondiale i risultati del progetto Sulle tracce dei ghiacciai, un viaggio fotografico-scientifico ideato e diretto dal fotografo Fabiano Ventura.

Promossa e organizzata dal Forte di Bard, l’esposizione sarà visitabile dal 17 giugno al 18 novembre 2022Earth’s Memory raccoglie un percorso lungo 13 anni, nato per documentare e mostrare gli sconvolgenti effetti dei cambiamenti climatici sul pianeta. 

Nella mostra, i 90 confronti fotografici esposti si affiancano alla restituzione dei dati scientifici raccolti durante le spedizioni. I contenuti sono presentati con le più moderne tecniche di interactive design e data visualization: proiezioni su grande schermovideo-installazioni e immagini immersive.

Completano l’esposizione i video delle spedizioni e le interviste ai vari ricercatori, le collezioni di abbigliamento di ieri e oggi, le raccolte di documenti e mappe di valore storico-scientifico. La mostra ha ricevuto il patrocinio dell’Unesco e vanta una collaborazione scientifico divulgativa con l’ESA (European Space Agency).

Cambiamenti climatici Forte di Bard
Fotografia storica: Conca della Mer de Glace con la parete nord delle Grandes Jorasses (pilastro Walker) a sinistra e la Dent du Géant all’orizzonte a destra; dal bordo occidentale della Mer de Glace, vicino a Montenvers.
1868 Braun Adolphe – © ETH-Bibliothek Zürich
. Fotografia moderna: 2021 Fabiano Ventura – © Associazione Macromicro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura
Cultura