Cinque nuove imprese “under 29” nate dal progetto “ArtigianImpresa”

L’iniziativa, frutto della collaborazione tra L’Artisanà (il marchio dell’Ivat) e l’assessorato allo Sviluppo economico, aveva per obiettivo rinnovare nelle giovani generazioni il valore del “fare manuale”.
Artigiano - artigiani - legno - artigianato - grolla - coppa dell'amicizia
Economia

Cinque nuove partite Iva aperte, da parte di giovani con meno di 29 anni, e avvio delle relative imprese. Inoltre, nove contratti con nuovi artigiani conferitori, di cui 3 giovanissimi, tra i 24 e i 26 anni. Sono i risultati del progetto “ArtigianImpresa”, attuato da L’Artisanà (il marchio dell’Ivat) in stretta collaborazione con l’assessorato allo Sviluppo economico. Obiettivo dell’iniziativa era favorire l’imprenditoria giovanile nel settore artigianale, rinnovare nelle nuove generazioni il valore del “fare manuale” e mantenere vivo il savoir-faire proprio dell’artigianato valdostano.

Nato per trasformare idee e competenze in un vero e proprio lavoro, “Artigianimpresa” si è sviluppato attraverso una serie di incontri dal carattere individuale e personalizzato ed ha visto il coinvolgimento di più figure professionali, di cui due dipendenti L’Artisanà, un consulente esterno e un grafico, per un totale di 22 artigiani seguiti, 113 incontri svolti e 231 ore di consulenza erogate.

Il progetto, avviato a giugno 2022, ha riguardato più lavorazioni artigianali, tra cui ceramica, cuoio ferro, legno, pietra, tessuti e vetro. Altrettanto variegati i partecipanti: 8 giovani artigiani che erano intenzionati ad aprire partita IVA nel settore dell’artigianato, 11 imprese di artigiani con più di 30 anni e 3 artigiani già conferitori de L’Artisanà.

“Stiamo mettendo in campo tante iniziative con l’obiettivo di stimolare l’interesse dei giovani verso il settore dell’artigianato di tradizione, dove le nuove generazioni stentano ad affacciarsi. Quest’iniziativa, grazie all’impegno di IVAT, ha dato un segnale importante nei confronti del settore! Continueremo ad investire in questa direzione cercando di avvicinare il mondo dell’artigianato di tradizione alle nuove sfide che il mercato ci pone in questa fase di grandi cambiamenti” – dichiarano l’assessore Luigi Bertschy e il presidente IVAT, Bruno Domaine.

Visto il successo della prima edizione, L’Artisanà ha partecipato nuovamente al bando dedicato all’imprenditoria nelle giovani generazioni, ottenendo un nuovo finanziamento e la possibilità di dar luce alla seconda edizione dell’iniziativa dal titolo: “Artigianimpresa 2.0”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

Il periodo di verifica reCAPTCHA è scaduto. Ricaricare la pagina.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte