Aosta, con l’emergenza rischiano gli asili nido: posti ridotti e costi triplicati per il Comune

A spiegarlo il Sindaco Centoz: "Prima della pandemia avevamo 126 posti su tre asili nido, con le misure di sicurezza riusciremmo a garantirne 45". Il costo stimato a bambino salirebbe invece da circa 800 euro al mese a 2.600/2.700, la gran parte a carico del Comune.
Bambini all'asilo (immagine d'archivio)
Politica

Asili con posti ridotti drasticamente e costi triplicati. Sempre che il finanziamento incrociato stanziato dal Comune e dalla Regione resti lo stesso.

Il Capoluogo presenta il documentoAosta Riparte”, pensa a come offrire servizi per l’estate ai bambini e ragazzi – ma anche dedicati agli anziani –, ma cerca di capire quale possa essere l’orizzonte dopo la bella stagione. Un orizzonte, al momento, nebuloso.

È il Sindaco di Aosta Fulvio Centoz a fare un quadro, non senza preoccupazioni: “I Servizi per l’Infanzia saranno un enorme problema. Prima della pandemia avevamo 126 posti su tre asili nido, via Roma, viale Europa e ‘Berra’, che ci costavano grossomodo 100mila euro al mese. 18mila derivanti dalle quote degli utenti, 71mila dal finanziamento regionale e 11mila euro sono il ‘delta’ finanziato dal Comune. Un posto a bambino ci costava circa 800 euro a mese. Con le nuove normative da rispettare, con il rapporto educatore/bambino di 1 a 3 e le misure di sicurezza, teorizzando che i soldi a disposizione restino gli stessi, riusciremmo a garantire 45 posti negli asili nido”.

Costi che però si alzerebbero: “Se calcoliamo minori quote per l’utente – prosegue Centoz –, ed un contributo della Regione che resti uguale, il costo per il Comune sarebbe di 40mila euro, circa 2.600-2.700 euro al mese a bambino. Per quello abbiamo deciso di introdurre anche l’educativa familiare (se ne parlava sempre qui, ndr.), perché le misure di contenimento ci porterebbero ad una riduzione dei posti negli asili nido che costerebbero però circa tre volte tanto. Per questo è un ragionamento da fare adesso, prima dell’estate”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte