Approvato in Giunta il riavvio dell’iter di completamento dell’aeroporto “Corrado Gex”

A comunicarlo l’Assessorato delle Finanze. Sarà rivisto l’atto integrativo dell’Accordo di Programma Quadro sottoscritto con i Ministeri competenti e l'Enac e rimodulate le risorse. L'obiettivo è quello di favorire l’incremento delle attività di “aviazione generale” e commerciale.
L'aeroporto Gex.
Politica

La Giunta regionale ha approvato, questa mattina, il riavvio dell’iter di completamento dell’aeroportoCorrado Gexdi Saint-Christophe.

A comunicarlo l’Assessorato delle Finanze. A seguito dell’avvenuta recente validazione della progettazione esecutiva del completamento del terminal a servizio del complesso aeroportuale – si legge in una nota –, si rendono necessari alcuni adempimenti formali per dare coerenza alle procedure amministrative correlate e soprattutto ai finanziamenti a supporto dell’intervento.

In sostanza sarà rivisto l’atto integrativo dell’Accordo di Programma Quadro sottoscritto con i Ministeri competenti dello Stato e l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (ENAC), aggiornandolo alle modifiche introdotte dal progetto esecutivo di completamento dell’aerostazione e rimodulando, quindi, le risorse finanziarie necessarie.

Le attività descritte – prosegue il comunicato assessorile – consentiranno, nei prossimi mesi, di dare corso alle successive attività di completamento dell’aerostazione, rendendo la struttura funzionale rispetto alle esigenze di un aeroporto così come configurato dal Defr 2021/2023.

Nel dettaglio, verranno quindi riservati, nell’ambito della definizione delle dotazioni informatiche e degli arredi, spazi adeguati oltre che per l’attività commerciale anche per le attività istituzionali e per gli operatori di aviazione generale.

Inoltre, sarà previsto un segmento di volo commerciale attraverso la dotazione dello scalo anche di procedure di arrivo e partenza strumentali basate sulla navigazione GPS (RNAV).

In coerenza con quanto espresso nel Defr – chiude la nota –, l’obiettivo dichiarato per lo sviluppo del sistema aeroportuale regionale prevede di favorire l’incremento delle attività diaviazione generale” quali protezione civile, elisoccorso, voli di stato, lavoro aereo, voli business, voli turistici a motore, volo a vela, pratica con droni, addestramento piloti, assieme ad attività di aviazione commerciale come aerotaxi e business aviation, nonché un segmento di voli charter, a carattere stagionale e con limitazioni di dimensioni e capienza degli aeromobili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte