Fénis, la microcomunità è “Covid free”. Arrivati i saturimetri da donare agli anziani del paese

A spiegarlo in Consiglio il Sindaco Nicoletta. I saturimetri per gli over 65, annunciati un mese fa, sono arrivati ora. Il motivo è stato un furto durante il trasporto della prima spedizione. Intanto, il Comune aderisce al progetto "Boudza-té" che partirà in primavera.
Il Consiglio comunale di Fénis
Politica

La microcomunità di Fénis, ora, è Covid-free. A spiegarlo, durante i lavori dell’ultimo Consiglio comunale, è stato il Sindaco Mattia Nicoletta, che ha però aggiunto: “Purtroppo sono periti dieci utenti”.

Intanto, le donazioni di materiale sono state stoccate in Municipio mentre il materiale necessario è stato portato all’interno della struttura.

Arrivati i saturimetri per gli anziani

Annunciati in aula poco più di un mese fa, i saturimetri da donare ad ogni ultra 65enne del paese sono ora a disposizione del Comune. Le apparecchiature sono state protagoniste di uno strano caso: sono infatti state consegnate solamente a ridosso delle festività perché la prima spedizione è stata oggetto di furto lungo il trasporto.

Per la consegna, il Sindaco Nicoletta ha chiesto la disponibilità dei consiglieri.

Boudza-té arriva a Fénis

Nel frattempo, il Consiglio cerca di allargare lo sguardo, spostandosi alla primavera. I lavori in aula si sono infatti conclusi con l’approvazione dell’atto di indirizzo per l’attivazione del progetto sperimentale Boudza-té, nel 2021, nato per incentivare la mobilità sostenibile.

“Abbiamo deciso di aderire in questo momento, dopo che ci siamo dotati dell’infrastruttura della pista ciclabile che attraversa il territorio per intero, dunque gli aderenti al progetto potranno muoversi in sicurezza», ha spiegato l’assessore Ennio Cerise.

Il progetto prenderà il via il prossimo 15 marzo per chiudersi il 15 novembre 2021.

Agli abitanti di Fénis saranno riconosciuti 0,25 centesimi di euro per ogni km percorso per recarsi al lavoro o a scuola. Il limite mensile è di 60 euro e quello quotidiano di 5 euro. I corrispettivi saranno erogati, dopo il 15 novembre, sotto forma di buoni spesa da consumare negli esercizi commerciali locali. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
//