Potere al Popolo: “Non ci sono più scuse, ci vuole un nuovo ospedale”

“Un ospedale nuovo costruito in altra sede avrebbe potuto significare molto adesso, ma non fu fatto - spiega il movimento -. E se allora non fu fatto perché ‘è così che si doveva fare’ ora basta, non ci sono più scuse”.
Potere al Popolo
Politica

“Più nessuna scusa ora, ad Aosta serve un nuovo ospedale. Serviva allora e serve ancora”.

Aumentano le prese di posizione, in Valle, per la realizzazione di un nuovo ospedale. Dopo la Cisl, che rilanciava il progetto, è ora Potere al Popolo a chiedere di riprendere in mano la questione.

“Ricordiamoci del Referendum del 18/11/2007 – scrive il movimento -. La proposta di costruzione di un unico e nuovo ospedale regionale. I ‘furono il 63,56% e i Noil 36,44% ma il risultato non fu valido perché non venne raggiunto il quorum del 45%. All’epoca, era il momento di massimo potere dell’Uv (18 consiglieri) e Stella Alpina (7 consiglieri), fu fatta una massiccia campagna della maggioranza regionale per il non voto e una campagna che potremmo definire ‘discreditante’ contro il comitato per il ‘Sì’”.

“In precedenza il Consiglio Regionale votò contro la proposta del nuovo ospedale e preferì investire ingenti somme per l’ampliamento del Parini – prosegue la nota di PaP -, malgrado pareri negativi di studi e commissioni autorevoli. Ricordiamo il parcheggio, il tunnel di collegamento e il secondo edificio bloccato da un guerriero celtico ‘emerso’ dal passato.  Oggi 2020, tredici anni dopo, il Parini è incompiuto e sull’orlo di una crisi spaventosa. Molto rimane da completare o addirittura è stato definitivamente accantonato”.

“Un ospedale nuovo costruito in altra sede avrebbe potuto significare molto adesso, ma non fu fatto – chiude la nota -. E se allora non fu fatto perché ‘è così che si doveva fare’… ora basta, non ci sono più scuse, ci vuole un nuovo ospedale”.

0 risposte

  1. Vi è solo un piccolo dettaglio che lo impedisce : non ci sono gli euri perche’ in passato
    sono stati utilizzate male e come la storia insegna tutti i nodi vengono al pettine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

Il periodo di verifica reCAPTCHA è scaduto. Ricaricare la pagina.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte