Società di Luca Ventrice |

Ultima modifica: 3 Agosto 2019 10:51

Aosta, Capodanno 2020 all’ombra dell’Arco di Augusto?

Aosta - La delibera è stata approvata ieri – giovedì 1° agosto – dalla Giunta del Capoluogo e, tra le tante novità (“Alpine Mountain Experience”, “Natale in piazza Roncas” e un "Pillola" in più di Enfanthéâtre) non dissipa il mistero sulla location per il Capodanno 2020. La Vicesindaca non si sbilancia, ma gli indizi portano all'Arco.

Tetris Arco dAugusto EditionArco di Augusto

45mila euro per integrare il calendario di manifestazioni ed eventi promossi dal Comune di Aosta.

La delibera è stata approvata ieri – giovedì 1° agosto – dalla Giunta del Capoluogo e, tra le tante novità, non dissipa il mistero sul Capodanno 2020.

La domanda è scontata: con l’albero di Natale “hi-tech” e la pista di pattinaggio confermate in piazza Chanoux la scelta ricadrà nuovamente – come lo scorso anno – sulla rinnovata piazza Roncas? La Vicesindaca Antonella Marcoz taglia corto e resta abbottonatissima: “No, non sarà piazza Roncas. Ho sempre detto che vorrei ci fosse rotazione, ma non dico altro, lo dirò a tempo debito”.

Salutare il 2019 all’ombra dell’Arco di Augusto?

“A pensare male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca”. Passando rapidamente in rassegna le piazze cittadine “papabili” a contenere un evento come il Primo dell’Anno la margherita si sfoglia in fretta.

Escluse quindi le piazze Chanoux e Roncas, considerato complesso svuotare di auto piazza della Repubblica, troppo “contenute” Narbonne e Giovanni XXIII, e “occupata” dal Marché Vert Noël l’area del Teatro romano la scelta potrebbe ricadere su piazza Arco di Augusto. Per diversi motivi.

Anzitutto gli “stress testgià provati la scorsa estate, a partire da “Asta in piazza” (poi condizionata dal maltempo) poi, a stretto giro, con il concerto de L’Orage che chiudeva la Foire d’Été 2018. A questo si aggiunge l’evidente valenza simbolica ed evocativa dell’Arco circondato di persone e, non da meno, una piccolarivendicazione politica”.

La Giunta Centoz è infatti quella della Semipedonalizzazione dell’area, difesa strenuamente e a più riprese, e sulla quale l’Amministrazione sta “facendo leva” per arrivare al suo obiettivo dichiarato – e di chiusura consiliatura – della pedonalizzazione completa nel 2020.

Non succede, ma se succede?

Le altre manifestazioni

Tra le manifestazioni aggiunte in corsa la novità è la Fiera della montagna e dello sportAlpine Mountain Experience”, che si terrà in piazza Chanoux dal 4 al 12 settembre in concomitanza con la decima edizione del “Tor des Géants”.

Con l’albero di Natale e la pista di pattinaggio su ghiaccio a corollario (durante l’arco temporale del Marché Vert Noël, cioè dal 23 novembre all’Epifania) – ampiamente riconfermati –, le Festività raggiungono un altro pezzetto di Aosta con il “Natale in piazza Roncas”, previsto dal 29 novembre 2019 al 6 gennaio 2020, che vedrà la già annunciata installazione di una giostrina, la “Casetta di Babbo Natale” (direttamente dal Marché) e uno chalet in cui prenderanno il via alcuni laboratori dedicati ai più piccoli.

A questo si aggiunge anche la conferma di uno spettacolo in più per la rassegna “Pillole di Enfanthéâtre, e, infine, la calendarizzazione della Giornata europeaIn Città senza la mia auto” –in piazza Arco di Augusto il prossimo 22 settembre, nell’ambito della Settimana europea della Mobilità sostenibile – e l’adesione all’iniziativa di volontariato ambientalePuliamo il Mondo” promossa da Legambiente in collaborazione con Anci e con i patrocini del Ministero dell’Ambiente e quello dell’Istruzione.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>