Dal Celva “Una luce in Comune per la famiglia”

I Comuni valdostani partecipano alla 2a edizione della Settimana della Famiglia. "L'obiettivo è quello di coinvolgere la popolazione e di confrontarsi sul ruolo, le responsabilità e le opportunità rappresentata dalla famiglia sul nostro territorio".
Una riunione dei sindaci
Società

Una rassegna di eventi voluti dalle diverse amministrazioni e finalizzati ad accendere simbolicamente una luce sui bisogni, le esigenze, le aspettative delle famiglie. S’intitola "Una luce in Comune per la famiglia", il progetto promosso dal Celva nella settimana, che prende il via oggi, dedicata al confronto fra generazioni e alla riflessione sulle politiche familiari. 

"Se i Comuni sono le Istituzioni più vicine ai cittadini – dice Luigi Bertschy, responsabile della Consulta 4 del CPEL Politiche sociali, educative e culturali, nonché referente del progetto per il CELVA – ora è più che mai necessario trovare uno spazio di ascolto e dialogo con la comunità, che può avvenire anche in momenti informali, di gioco o di riflessione. L’obiettivo è quello di far partecipare la popolazione e di confrontarsi sul ruolo, le responsabilità e le opportunità rappresentata dalla famiglia sul nostro territorio". 

"La fotografia della società odierna in Valle d’Aosta – continua Luigi Bertschy – ci riporta immagini di famiglia diverse rispetto a quelle più consuete e tradizionali. In tal senso, la Settimana della Famiglia può essere l’occasione per individuare le strategie e le azioni necessarie a raccogliere le necessità espresse da nuove forme di gruppi e reti familiari". E quindi, "non solo durante questo evento, ma ogni giorno lavoriamo nell’ottica di portare valore alla famiglia e sottolinearne l’importanza nella comunità. Per questo motivo – prosegue – vogliamo mettere sempre più in luce le ricchezze che il nostro territorio ha e che possono integrarsi con la Pubblica amministrazione: le associazioni di volontariato in primis, ma anche i gruppi informali, come i gruppi di genitori o le reti di relazioni amicali e professionali. In un’epoca di maggiore ristrettezze economiche, possiamo arricchirci riscoprendo le opportunità già presenti sul territorio, così come il nostro impegno è quello di metterle in rete". Tutti i cittadini, grandi e piccoli, sono invitati a partecipare e a dare il loro contributo.

Il programma degli eventi

Aosta (venerdì 19 ottobre 2012)
‘C’era una volta al Cortile..’ pomeriggio di storie e fiabe, dalle 17 alle 19 presso il Centro per Famiglie ‘Il Cortile’ di Via Monte Pasubio, 34. Letture per bimbi da 0 a 5 anni e per le loro famiglie, a cura dei lettori volontari del progetto ‘Nati per leggere’. Per informazioni: Centro ‘Il Cortile’ (telefono 0165 43974).

Arnad (lunedì 15 ottobre 2012)
Incontro in ludoteca ‘L’Isola dei bambini’: dalle 16:30 l’amministrazione promuove un momento conviviale al quale sono invitate tutte le generazioni. Per informazioni: Augusto Vaser Chasseur (telefono 0125 966121).

Donnas (venerdì 19 ottobre 2012)
Cineforum: alle 20:30, presso la Biblioteca, l’Associazione delle famiglie, in collaborazione con il Comune, promuove la visione del film ‘La prima stella – La première étoile’, commedia del regista francese Jean-Baptiste Lucien. L’ingresso è libero.
Per informazioni: Amedeo Follioley (telefono 0125 806508).

Hône, Bard e Pontboset (lunedì 15 ottobre 2012)
Spettacolo teatrale ‘Storia di un cavallo di Legno’ (Teatro di Aosta): alle 15:30, presso il Salone Comunale di Hône, un evento aperto a tutti: bambini (dai 3 anni), genitori, nonni.  Laboratorio di lettura: alle 16, presso la garderie ‘Les Chouchoutes’ di Hône. L’iniziativa è aperta a tutti: bambini (dagli 0 ai 3 anni), genitori, nonni. Merenda: alle 16:30, presso il cortile delle scuole, dolci e ‘mendeie dei nonni’ per tutti. A seguire: giochi in famiglia in ludoteca e in palestra. Durante la manifestazione sarà presentato il progetto ‘La famiglia? Che occasiHône!’, che coinvolge gli alunni della scuola dell’infanzia e dalla scuola primaria, nonché sarà visitabile la mostra fotografica ‘Le nostre famiglie in foto’ presso la nuova palestra. Saranno presenti i rappresentanti dell’Oratorio interparrocchiale Giovanni Paolo II e l’AFI (Associazione famiglie italiane) di Donnas. Per informazioni: Luigi Bertschy (telefono 0125 803540).

Issogne (lunedì 15 ottobre 2012)
‘Castagnata in famiglia’: alle 16:30, orario di uscita da scuola, è previsto il ritrovo presso il sagrato della Chiesa per un’animazione culturale che coinvolge piccoli e grandi nella lettura sceneggiata di un breve racconto a tema. L’iniziativa è promossa dal Comune per il tramite della Biblioteca e in collaborazione con l’Oratorio parrocchiale. Per informazioni: Battistino Delchoz (telefono 0125 929332).

Lillianes (martedì 16 e mercoledì 17 ottobre 2012)
Cineforum: martedì 16 ottobre, dalle 14:30 alle 16:30, film a tema ‘Famiglia’ proiettato presso le Scuole elementari. Torneo di ‘Forza 4’: mercoledì 17 ottobre, dalle 15 alle 17:30, presso la Ludoteca. Seguirà un momento conviviale. Le iniziative sono promosse dal Comune in collaborazione con le scuole elementari, la ludoteca e l’Oratorio interparrocchiale Giovanni Paolo II. Tutti gli eventi sono aperti ai bambini delle scuole e ai loro familiari.Per informazioni: Velia Longis (telefono 0125 832110).

Saint-Marcel (sabato 13 ottobre 2012)
Porte aperte al nuovo centro d’incontro comunale: alle 16 inaugurazione del centro in località Prelaz 60 (ex Municipio). Previste diverse iniziative, come la presentazione del progetto ‘Questa sera con i nonni’, promosso dai giovani del paese in collaborazione con l’amministrazione comunale e destinato agli ‘over 60’ (nell’arco di un anno si svolgeranno attività di animazione pomeridiane e serali, quali tornei di carte e bingo, escursioni). Nel corso del pomeriggio si inaugureranno anche gli spazi dedicati alla tata familiare e il nuovo studio medico. Seguirà per tutti i presenti un rinfresco promosso dal gruppo giovani "Gli innominati". Per informazioni: Jean-Michel Sorrenti (telefono 0165 768801).

Oltre agli eventi previsti da ‘Una luce in Comune per la famiglia’, gli enti locali contribuiscono al programma della Settimana della Famiglia partecipando agli appuntamenti promossi sul territorio presso i servizi gestiti per la prima infanzia (quali asili nido e garderie). 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte