Dopo la proiezione Aosta ci prova: il disegno di Corni diventerà un murale alla Porta Pretoria?

La veduta dell'ingresso Est di Augusta Prætoria, disegnata dal compianto Francesco Corni, è l’immagine vincitrice del contest “Disegna la tua città” indetto dal Comune. Il tentativo, ora, è quello di "colorare" il muro grigio di fronte al monumento.
L'edificio di fronte alla Porta Pretoria
Società

La veduta dell’ingresso Est di Augusta Prætoria, disegnata dal compianto Francesco Corni, è l’immagine vincitrice del contest “Disegna la tua città”, indetto dal Comune di Aosta, proiettata durante le festività di fronte alla Porta Pretoria.

Un ingresso visto dall’Arco di Augusto da parte di un immaginario viaggiatore intento a transitare sul ponte sul Buthier, proiettato proprio dinanzi all’entrata della città romana.

Ora – dopo il successo del contest che ha visto poco più di 900 voti complessivi da parte dei cittadini sulle 22 immagini di Corni postate dall’Amministrazione su Facebook – la veduta del Maestro dell’illustrazione scomparso poco meno di un anno fa potrebbe far bella mostra di sé su un edificio aostano, in maniera permanente.

In una nota che arriva da piazza Chanoux si legge infatti che “la rappresentazione più votata sarà sottoposta alla Soprintendenza per i beni e le attività culturali della Regione Autonoma Valle d’Aosta perché sia presa in considerazione la possibilità di fissarla in una pittura murale sulla facciata di un edificio cittadino”.

Prima indiziata è proprio la palazzina di fronte al monumento, sulla quale il disegno di Corni è stato proiettato.

“Il dialogo con la Soprintendenza è solamente in fase iniziale – ha spiegato Samuele Tedesco, l’Assessore cittadino alla Cultura –, poi si faranno tutti i passaggi per stabilire la facciata sulla quale verrà fissata l’immagine. La volontà di questa maggioranza è certamente quella di cercare di dare colore a quel muro. Intanto, siamo soddisfatti perché l’iniziativa ha funzionato, e speriamo sia solo l’inizio di un percorso di conoscenza del nostro territorio da parte di tutti, anche dei bambini, per scoprire non solo le bellezze che conosciamo ma anche gli altri luoghi, un po’ più ‘nascosti’”.

Operazione tentata invano più volte in passato e oggetto di annose iniziative in Consiglio comunale risoltesi in un “nulla di fatto”, dal momento che l’edificio è di proprietà privata, e di più persone. Un ultimo tentativo, recente, fu fatto anche di concerto con l’Office du Tourisme, prima che il “ciclone” Covid-19 cambiasse le priorità dell’Amministrazione.

Una conferma arriva anche dall’Assessora allo Sviluppo economico e alla Promozione turistica Alina Sapinet: “L’idea era quella – spiega –, e nel progetto che ha in mente il Sindaco sarebbe bello riuscire ad affrescare quella parete. Siamo riusciti a colorarla in modo temporaneo grazie a questa iniziativa, e ottenere le autorizzazioni non è stato semplice. Io spero però che riusciremo a portare a casa questo risultato”.

La veduta dell'ingresso Est di Augusta Prætoria, disegnata Francesco Corni
La veduta dell’ingresso Est di Augusta Prætoria, disegnata Francesco Corni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte