Società di Redazione AostaSera |

Ultima modifica: 22 Marzo 2021 12:35

Giornata mondiale dell’acqua, prelievi gratuiti nelle tre case dell’acqua di Aosta

Aosta - Le tre “Case dell’Acqua” sono installate sul territorio comunale e gestite dalla società Quendoz in corso Battaglione Aosta (piazzale Ducler), via Clavalité (parcheggio pubblico in prossimità della caserma della Guardia di Finanza) e viale della Pace.

In occasione della “Giornata mondiale dell’acqua” istituita dalle Nazioni Unite nel 1992 e che ricorre oggi, lunedì 22 marzo, sarà possibile prelevare gratuitamente acqua sia naturale sia frizzante dalle tre “Case dell’Acqua” installate sul territorio comunale e gestite dalla società Quendoz in corso Battaglione Aosta (piazzale Ducler), via Clavalité (parcheggio pubblico in prossimità della caserma della Guardia di Finanza) e viale della Pace.

Le Case dell’Acqua sono impianti per l’erogazione di acqua refrigerata dell’acquedotto comunale che può essere prelevata sia con tessere che con monete al costo di 0,05 euro al litro.

Nel 2020 le strutture di Aosta hanno erogato complessivamente oltre 425 mila litri, con un incremento del 28,8% rispetto all’anno precedente. La “Casa dell’Acqua” maggiormente utilizzata è stata quella di corso Battaglione Aosta che ha erogato in totale, tra acqua naturale e frizzante, circa 221 mila litri. Notevole anche il risparmio in termini di imballaggi non inviati a smaltimento con ricadute significative sull’ambiente. In particolare, lo scorso anno il risparmio presunto è stato equivalente a oltre 283 mila bottiglie di plastica da 1,5 lt.

“Tra i temi legati alla sostenibilità al centro dell’agenda internazionale – commentano l’assessore all’Ambiente, Loris Sartore e l’assessore alla Gestione del territorio, Corrado Cometto – quello dell’approvvigionamento idrico è senz’altro il principale seppure non quello più dibattuto dalla pubblica opinione, forse perché nel cuore dell’Europa reputiamo scontato che l’acqua fuoriesca copiosamente dal rubinetto ogni volta che lo azioniamo, mentre in realtà nel resto del mondo si calcola che una persona su quattro non abbia accesso a fonti sicure, e
soprattutto nel continente africano la carenza di risorse idriche è una piaga che costa ogni
anno centinaia di migliaia di morti.”

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo