La filiera della ristorazione torna in piazza “per rompere il silenzio che arriva dalle Istituzioni”

Alle ore 19 di oggi, venerdì 12 febbraio, La filiera della ristorazione "Forchette e non Forconi" suonerà per 15 mn in piazza Chanoux campane, pentole e coperchi.
Immagine di archivio - La manifestazione Forchette e non forconi
Società

Per quindici minuti questa sera, venerdì 12 febbraio alle ore 19, in piazza Chanoux suoneranno campane, pentole e coperchi. La filiera della ristorazione “Forchette e non Forconi” torna a manifestare. Un “gesto simbolico” spiega una nota “per rompere il silenzio assordante che arriva dalle istituzioni.”

I promotori dell’iniziativa invitano ad unirsi alla protesta, “nel rispetto delle regole, la popolazione delle Partite Iva”.

“Considerato che i costi del lavoro diventano inderogabili, i contributi previdenziali sono da versare, i fondi personali finiscono per sostenere le nostre attività e i ristori dedicati al settore sono al limite del ridicolo” Filiera somministrazione Valle d’Aosta chiede “in che modo e in che tempi l’amministrazione regionale intende colmare il gap con le perdite sin qui incassate? In che tempi l’amministrazione regionale si prenderà la responsabilità di dare risposte sulle incongruenze delle leggi – pranzo si e cena no?”

Questa sera, “Filiera somministrazione Valle D’Aosta – Forchette e non Forconi”, sarà presente in Piazza Chanoux alle 19:00 con un gesto simbolico: per 15 minuti verranno suonati, campane, pentole e coperchi per rompere il silenzio assordante che arriva dalle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte