La Giunta di Aosta ha approvato nove interventi di manutenzione stradale

Gli interventi, per un costo complessivo di 300mila euro, avranno una durata stimata in 150 giorni. I lavori di manutenzione stradale interesseranno cavalcavia e tratti stradali deteriorati di proprietà comunale e l’abbattimento di barriere architettoniche.
L'ingresso del sottopasso di corso Ivrea, ad Aosta
Società

Nove interventi, per un costo complessivo di 300mila euro, Iva inclusa, per una durata dei lavori stimata in 150 giorni.

Nella riunione di venerdì scorso – 1° ottobre – la Giunta comunale di Aosta ha infatti approvato il progetto esecutivo per alcuni lavori di manutenzione stradale che interesseranno cavalcavia e tratti stradali deteriorati di proprietà comunale, oltre all’abbattimento di barriere architettoniche.

Gli interventi comprenderanno il risanamento e la riqualificazione del sovrappasso di via delle Regioni, del viadotto di via Lavoratori Vittime del Col du Mont, del cavalcavia tra corso Ivrea e regione Borgnalle, del sottopasso pedonale di via Roma – questione emersa anche nello scorso Consiglio comunale –, del sottopasso di via Parigi e del muraglione di località Laravoire, oltre alla riasfaltatura del parcheggio di via Chaligne e al rifacimento del giunto di pavimentazione all’interno del parcheggio dell’autostazione di via Carrel.

Inoltre – si legge nella nota inviata da piazza Chanoux –, nel quadro del più ampio piano di abbattimento delle barriere architettoniche condotto dall’Amministrazione comunale, verranno realizzate rampe per l’accesso ai marciapiedi, e di raccordo tra marciapiede e piano viabile, nelle vie Piave, Losanna e Gramsci.

“Al netto dei tempi tecnici per l’indizione e l’espletamento, tramite la SUA, della gara per individuare il soggetto che eseguirà i lavori, siamo finalmente in grado di dare una risposta concreta alle domande di maggiore decoro e di ordine relativamente ad alcuni importanti tratti stradali sottoposti a particolare usura”, commenta l’Assessore ai Lavori pubblici Corrado Cometto.

Se è vero che per nessuna delle opere su cui andremo a intervenire sussistevano problemi per l’incolumità di cose e persone, lo è altrettanto che non era più tollerabile presentare ai cittadini e ai visitatori situazioni di ammaloramento che potevano ingenerare preoccupazione oltre che un senso di trascuratezza della cosa pubblica – chiude Cometto –. Inoltre, con questo intervento proseguiamo nell’opera di eliminazione delle barriere architettoniche dalle strade cittadine, concentrando l’attenzione su alcune vie del centro, con la volontà di raggiungere quanto prima l’obiettivo di rendere Aosta sempre più una città a misura delle persone con disabilità fisiche o con difficoltà motorie”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società