L’albero di Natale “hi-tech” si trasforma in 23 installazioni artistiche

Il progetto, deciso dalla Chambre valdôtaine, vedrà il riutilizzo della struttura "scalabile" da parte dei ragazzi del Liceo artistico. Le opere, sulle quali gli studenti sono al lavoro, saranno posizionate in città. Intanto, piazza Chanoux recupera un tocco più "classico" con un albero di Natale vero (fornito da Confindustria) e la pista di pattinaggio interamente in legno.
albero di natale
Società

Il Natale in piazza Chanoux torna ad una veste più tradizionale. Ma, soprattutto, torna in auge il famoso – e discusso – albero di Natale hi-tech realizzato, via concorso della Chambre valdôtaine, nel 2018 e dismesso due anni dopo. La struttura, con la scala a chiocciola al suo interno, non sarà però affatto la stessa che ricordiamo. Anzi.

“Abbiamo riutilizzato l’albero per farne altri 23, di altezze diverse, che posizioneremo in città – spiega il presidente della Chambre Roberto Sapia –. Il progetto sta coinvolgendo anche gli studenti del Liceo Artistico. I ragazzi stanno infatti lavorando, e gli alberelli saranno realizzati tema natalizio, con rivisitazioni condivise con la dirigente e un professore, interpretato in vari modi da quattro classi”.

Il perché è presto detto: “L’albero tecnologico aveva dimensioni ragguardevoli – aggiunge Sapia – e costava parecchio montarlo e rimontarlo. Era quindi difficile trovare un’altra piazza grande abbastanza da poterlo ospitare. È nata allora l’idea di smontarlo e di progettare il suo riutilizzo”.

L’operazione fa il paio con un’altra, messa in piedi dalla Camera di commercio valdostana: “La Chambre, nel periodo natalizio, illuminerà anche il decumano ed il cardo con delle composizioni formate da vasi con rami artificiali luminosi lungo le strade che sostituiranno i pini installati gli anni scorsi”, conclude il presidente.

Piazza Chanoux torna alle tradizioni

Il “salotto buono” della città, invece, torna alla tradizione. È infatti confermato che l’albero di Natale campeggerà in piazza Chanoux sarà – dopo diversi anni – un abete vero, allestito con risorse proprie da Confindustria e donato direttamente da un cittadino.

Novità in vista anche per la pista di pattinaggio su ghiaccio. “A febbraio abbiamo definito i criteri per installare la pista – spiega l’assessora alla Promozione turistica di Aosta Alina Sapinet –, che negli scorsi anni era stata un po’ criticata per l’utilizzo della plastica. È stato quindi presentato un progettino, e la struttura sarà completamente in legno. Oltretutto, abbiamo approvato una delibera che vieta l’affissione della pubblicità, quindi la pista sarà un po’ più bella da vedere. In base a questa disponibilità del gestore abbiamo concesso due giorni di gratuità sui 40 totali, viste anche le manifestazioni con attività di volontariato e l’accoglienza delle scuole che fanno sempre”.

Infatti, attorno alla pista, sono diverse le attività previste, al netto del Marché Vert Noël diffuso. La delibera cita infatti l’apertura della pista con uno spettacolo pattinaggio artistico a cura dell’École du pattinage Aosta (il 18 novembre), il truccabimbi (il 19 e 30 novembre ed il 18 dicembre), un evento di beneficenza dell’associazione Angsa (il 23, 24 e 25 dicembre), un giro in pista con le mascotte dei cartoni animati a cura di Arte in testa (il 27 novembre, l’11 ed il 29 dicembre), un appuntamento – anch’esso di beneficenza – con l’associazione Ail (l’8 ed il 27 dicembre) e un giro in pista con Babbo Natale (il 23, 24 e 25 dicembre).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte