“No green pass”, anche ad Aosta la protesta scende in piazza

La manifestazione, che ha avuto luogo ieri - 24 luglio - ha coinvolto circa 500 persone ed è stata lanciata attraverso il "tam tam" sui social. Circa 500 le persone che hanno sfilato in centro città al grido di "libertà".
La manifestazione in piazza Chanoux
Società

Oltre 500 persone, per un corteo che ha attraversato Aosta dalla’Arco di Augusto fino a piazza della Repubblica, con due slogan da lanciare, inequivocabili: “libertà” e, soprattutto, “no Green pass”.

Inequivocabili come i cartelli, alzati al cielo mentre il tamburo batteva il tempo: “Se devi chiederla non è libertà”, “Se hai bisogno di un pass per essere libero non lo sei”.

La manifestazione, che ha avuto luogo ieri – 24 luglio – è stata lanciata attraverso tam tam sui social, ha visto persone sfilare in tutta Italia, da Nord a Sud. Alla radice la decisione del Governo Draghi di inserire la certificazione verde obbligatoria dal 6 agosto per servizi di ristorazione, spettacoli, eventi e competizioni sportive, ma anche musei, piscine, palestre, sport di squadra e centri benessere.

Ma non solo, dal momento che alla radice della protesta c’è tutta la “questione” Coronavirus. Come si legge dai post Facebook di lancio dell’iniziativa: “Contro il passaporto schiavitù, contro obblighi vaccinali, contro la truffa Covid, contro la dittatura instaurata”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte