Pac 2012, continua la polemica a distanza tra Balicco e Beneyton

Per il Presidente di Caseus Montanus, “è preoccupante che vi siano ancora più di 200 aziende che non rientrano nel pagamento. Balicco dovrebbe chiedersi perché le loro domande siano incomplete o irregolari: non certo per colpe degli agricoltori".
Mucche al pascolo nella Valle di Rhemes
Società

Continua la polemica a distanza Giuseppe Balicco, Presidente della Coldiretti Valle d’Aosta, e Gerardo Beneyton, Presidente di Caseus Montanus, sul pagamento della prima tranche dei contributi incardinati nella Pac 2012, per 1 milione e 264 mila euro.

A Beneyton che la settimana scorsa aveva annunciato la notizia, attribuendone il merito ad un lavoro svolto dall’Associazione in accordo con Regione, Agea e con il Ministro dell’Agricoltura Catania, Balicco aveva risposto piccato, ricordando “che i premi di cui si parla non sono stati erogati alla Valle d’Aosta in funzione di particolari interventi speciali per la nostra Regione ma fanno parte del pacchetto di pagamenti che AGEA ha provveduto a liquidare ordinariamente e con le stesse modalità su tutto il territorio nazionale nelle stesse date”.

“Il mio compiacimento per l’erogazione dei contributi Pac – ha replicato oggi Beneyton – si riferiva esclusivamente al mantenimento degli impegni presi dal ministro sin dal mese di agosto nei confronti dell’Agea perché questo avvenisse nei tempi prestabiliti. Piuttosto è invece preoccupante che ancora vi sono più di 200 aziende che non rientrano nel pagamento. Balicco dovrebbe chiedersi perché le loro domande possano essere incomplete o irregolari: non certo per colpe e responsabilità degli agricoltori. E’ pur vero che siamo ancora nei tempi della vendemmia ma non è corretto fare lo scaricabarile per allontanare responsabilità, forse proprie”.

“Il nostro obiettivo è giungere alla definizione dei pagamenti al più presto – ha concluso il Presidente di Caseus Montanus – visto che per errori altrui troppi agricoltori devono pagare di tasca propria”. 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte