Sicurezza, quattro incontri ad Aosta con le Forze dell’Ordine dedicati agli anziani

Gli appuntamenti sono: l’11 settembre con la Questura sulle truffe online, il 18 con la Finanza sui rischi delle banconote false, il 25 con i Carabinieri sulla sicurezza in casa ed il 2 ottobre con la Polizia locale sulla guida sicura in città.
Da sx Fiore, Cognigni, Girasole, Certan e Obino
Società

Anticipati a metà agosto, sono stati presentati ieri – martedì 4 settembre – gli incontri “extra” con le Forze dell’Ordine che completano la serie di eventi “Anziani Attivi” messi in campo, all’interno del bando di co-progettazione, dal Comune di Aosta assieme al raggruppamento di cooperative sociali formato da L’Esprit à l’Envers, La Sorgente e Leone Rosso.

I quattro appuntamenti previsti – nati per fornire informazioni su prevenzione e salute alle persone anziane – sono: l’11 settembre, dalle 17 alle 19 nel salone della Biblioteca di viale Europa, con la Questura di Aosta per l’incontro "Truffe online e rischi del web"; il 18 settembre dalle 17 alle 19 al Centro Anziani di via Vuillerminaz, in quartiere Cogne, con la Guardia di Finanza su "Truffe e spendita banconote false"; il 25 settembre dalle 17 alle 19 al Centro Anziani in località Croix Noire 38, in quartiere Dora, con i Carabinieri sul tema "La casa è un posto sicuro? Informazioni sulla sicurezza personale e delle abitazioni" ed infine il 2 ottobre, dalle 17 alle 19, al Csv in via Xavier de Maistre con la Polizia locale per parlare degli "Utenti della strada, muoversi sicuri ad ogni età"

"Siamo felici di dare continuità ad un progetto in cui crediamo – ha spiegato l’Assessore comunale alle Politiche sociale Luca Girasole –, esprimendo così vicinanza ai più deboli. La volontà è quella di fare altri incontri portando le varie forze dell'ordine in tutti i quartieri. Dopo questi quattro appuntamenti ne seguiranno poi degli altri organizzati con la ditta Quendoz, sulle modalità di conferimento dei rifiuti per una corretta raccolta differenziata".

"La nostra è una società che offre la possibilità di invecchiare bene – ha sottolineato invece l'Assessora regionale alle Politiche sociali Chantal Certan –, facendo attività in sicurezza. Questi sono interventi di protezione che migliorano la qualità di vita dei cittadini". E ha aggiunto: "Prossimamente approveremo in Regione il nuovo programma di politiche ed iniziative per la promozione della legalità e della sicurezza, e questo tipo di incontri rientrano senz'altro nel quadro delle azioni che poteremo avanti nei prossimi anni".

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società