Federica Brignone a 5 centesimi dal podio nel gigante di Plan de Corones

Sfuma il podio numero 47 in Coppa del Mondo per la valdostana, ad un soffio da Tessa Worley. A vincere è stata Sara Hector, che l'ha spuntata su Petra Vlhova dopo un testa a testa emozionante.
Federica Brignone foto Pentaphoto Alessandro Trovati
Sport

Solo 5 centesimi hanno separato Federica Brignone dal podio numero 47 in Coppa del Mondo. Con il 13° tempo della seconda manche, la valdostana ha chiuso al quarto posto il gigante di Plan de Corones, ad un soffio da Tessa Worley.

Una gara emozionante, vissuta sul testa a testa tra Petra Vlhova, prima dopo la prima manche, e Sara Hector: al terzo intermedio la slovacca e la svedese avevano lo stesso tempo. A spuntarla è stata però Hector, leader di coppa, che ha vinto in 2’03″63, staccando l’avversaria di 15 centesimi. Tessa Worley ha chiuso a 52 centesimi dalla vincitrice, con Federica Brignone al traguardo in 2’04″20. Settima Marta Bassino, che ha perso terreno nella seconda manche.

Qui la classifica completa.

“Ho fatto due manche solide finalmente, dopo che a Lienz avevo fatto una manche non buona ed una seconda eccezionale, con il miglior tempo”, dice Federica Brignone al termine della gara. “L’aver disputato due manche buone è un’ottima notizia per il mio gigante. È la quarta volta di fila che arrivo quarta nelle ultime gare per una questione di centesimi; mi piacerebbe finire sul podio ma, a questo punto, spero arrivi nel momento giusto. Mi spiace perché sono lì, è come se mi fossi fatta sfuggire quattro podi, ma sono comunque contenta delle due ottime manche di oggi. Sono stata solida, sono in fiducia perché anche oggi mi sono fidata a provare ad attaccare e questo era fondamentale per me”.

Federica Brignone in lotta per il podio nel gigante di Plan de Corones

Una prima manche senza sussulti, scesa un po’ timidamente ma senza particolari sbavature, piazza Federica Brignone al sesto posto nel gigante di Plan de Corones, mantenendo vive le speranze per il podio.

Sulla Erta guida un’imprendibile Petra Vlhova, unica a chiudere la sua prova sotto il minuto con il tempo di 59”98. Federica Brignone era appaiata alla slovacca dopo il secondo intermedio, ma la leader della prima manche ha messo il turbo nell’ultimo tratto infliggendo distacchi abbastanza pesanti alle inseguitrici. La valdostana è a 70 centesimi, preceduta da Sara Hector (+0”34), Mikaela Shiffrin (+0”59), Marta Bassino (+0”61) e Maryna Gasienica-Daniel (+0”65).

“Nell’ultimo pezzo non mi sono tanto fidata, ma la neve tiene bene e si può mollare”, ha commentato Federica Brignone. “Ho sciato bene, in maniera regolare, ma forse avrei avuto bisogno di un po’ di estro in più. Avevo bisogno di una manche solida, non gareggiavo in gigante da Lienz ma sono contenta di come ho sciato. La seconda manche è più buia e complessa e può muovere la classifica”.

La seconda manche è in programma alle 13.30 con diretta su Raisport ed Eurosport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati