Da Enval e Regione sette “infopoint” per la corretta differenziata dei rifiuti elettronici

Per chiarire dubbi, avere informazioni e consegnare Raee di piccolissime dimensioni (come telefoni cellulari, telecomandi, cavi, frullatori e altro) sono in programma sette punti informativi su tutto il territorio valdostano e nei principali esercizi commerciali della regione dal 14 al 29 novembre.
EnVal
Ambiente

Nell’ambito della campagna di comunicazione “In Valle amiamo fare le cose per bene… anche quando separiamo i Raee”, promossa dall’Assessorato all’Ambiente ed Enval – con il cofinanziamento del Centro di Coordinamento Raee – dal 14 al 29 novembre si terranno sette infopoint dedicati ai cittadini con l’obiettivo di migliorare la quantità di rifiuti elettronici – le apparecchiature elettriche ed elettroniche – avviati a riciclo.

Per chiarire eventuali dubbi, avere informazioni pratiche, ricevere il materiale informativo e consegnare Raee di piccolissime dimensioni (come telefoni cellulari, telecomandi, cavi, frullatori e altro) – spiega una nota Enval – sono in programma sette punti informativi su tutto il territorio valdostano e nei principali esercizi commerciali della regione.

Il calendario dei punti informativi:

  • Lunedì 14 novembre dalle 9 alle 18 – presso Confcommercio, in piazza Arco di Augusto, Aosta;
  • Martedì 15 novembre dalle 15 alle 18 – presso Gambalonga, in via Lino Binel, ad Aosta;
  • Mercoledì 16 novembre dalle 15.30 alle 18.30 – presso Carrefour Express in strada Larzey, ad Entrèves (Courmayeur);
  • Giovedì 17 novembre dalle 9 alle 18 – presso Gros Cidac, in via Paravera, ad Aosta;
  • Venerdì 18 novembre dalle 9 alle 18 – presso Conad, in via Circonvallazione, a Verrès
  • Martedì 22 novembre dalle 9 alle 18 – presso Euronics, in località Grand Chemin (Saint-Christophe);
  • Martedì 29 novembre dalle 9 alle 18 – presso Unieuro, in località Grand Chemin (Saint-Christophe).

Durante i punti informativi i cittadini potranno chiarire eventuali dubbi su cosa sono i Raee, ovvero tutti quegli oggetti che per funzionare dipendono dalla corrente elettrica, collegati alla rete o alimentati da pile e batterie, ma non più funzionanti o obsoleti, per capire così in quali categorie si dividano.

I Raee – spiega Enval – si distinguono dagli altri rifiuti per la presenza del simbolo del cassonetto barrato e si suddividono principalmente in due categorie: professionali e domestici. Questi ultimi si dividono a loro volta in cinque raggruppamenti: freddo e clima, grandi bianchi, apparecchi con schermi, piccoli elettrodomestici ed elettronica di consumo, sorgenti luminose.

Maggiori informazioni sono disponibili sulla pagina dedicata presente sul sito web di Enval. Inoltre – chiude la nota –, è sempre disponibile, per tutti i valdostani ed i turisti l’app Tabui con la sezione Tabui Green, che mette a disposizione informazioni per capire come differenziare correttamente i materiali, ma anche gli indirizzi e orari di apertura degli ecocentri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia
Ambiente

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte