Dal 21 novembre al via le domande per i contributi al settore zootecnico

Dalle 8 di lunedì 21 novembre gli allevatori valdostani possono presentare domanda per accedere ai contributi straordinari, a fondo perso, a seguito della crisi climatica e dell’aumento del costo delle materie prime. La somma complessiva stanziata è di 3 milioni di euro. Gli aiuti includono anche il settore ovicaprino.
Mucche - Foto di AostaSera
Economia

A partire da lunedì 21 novembre gli allevatori valdostani possono presentare domanda per accedere ai contributi straordinari a sostegno del settore zootecnico previsti dalla legge regionale 25 del 2022. Gli aiuti – spiega l’Assessorato dell’Agricoltura – sono stati previsti per far fronte ai gravi problemi che sta affrontato il mondo dell’allevamento, a seguito della crisi climatica e dell’aumento del costo delle materie prime.

Le caratteristiche dei sostegni, per i quali è stata stanziata la somma totale di 3 milioni di euro, sono state definite a seguito di diversi confronti con l’Arev e gli aiuti includono anche il settore ovicaprino.

Nel dettaglio, i contributi, a fondo perso, ammontano a:

  • 200 euro per vacca in lattazione, intendendo come tale l’animale che ha partorito nel periodo compreso tra il 1° ottobre 2021 e il 31 luglio 2022;
  • 50 euro per capo bovino non produttivo di età superiore a due anni;
  • 30 euro per capo ovicaprino in lattazione, intendendo come tali gli animali che sono stati sottoposti a controlli funzionali per la verifica della produzione di latte nell’anno 2022.

Per beneficiare del sostegno, le imprese zootecniche devono risultare detentrici dei capi alla data del 31 marzo 2022, avere la sede legale o operativa in Valle d’Aosta e la partita Iva in agricoltura.

Le domande devono essere presentate esclusivamente online, attraverso la piattaforma dedicata sul sito della Regione, direttamente dal beneficiario o da un suo delegato.

L’invio delle richieste deve essere effettuato a partire dalle 8 del 21 novembre e, pena l’esclusione, non oltre le 23.59 del 30 novembre 2022. Ai fini del rispetto dei termini di presentazione della domanda – spiegano ancora dall’Assessorato –, si considera la data di registrazione a sistema. La domanda si intende regolarmente inoltrata se il richiedente, o il delegato, riceve dal sistema la conferma della consegna.

Le disposizioni e tutte le indicazioni utili per la presentazione delle domande sono consultabili sulla piattaforma appositamente predisposta e raggiungibile dall’home page del sito della Regione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte