Roberto Billotti è il neo-segretario generale della Fillea Cgil Valle d’Aosta

L’elezione è avvenuta sabato 11 giugno. Billotti prende il posto di Ezio Dufour alla guida del sindacato degli edili della Cgil. Il segretario uscente ha tracciato una panoramica della situazione: per la massa salari del 2022 è prevista una risalita, ma non mancano le incertezza sul lavoro, dove l'offerta supera la domanda.
Il direttivo Fillea Cgil VdA. Al centro il neo-segretario Roberto Billotti
Lavoro

Roberto Billotti è il neo-segretario generale della Fillea Cgil Valle d’Aosta, la Federazione Italiana dei Lavoratori del Legno, dell’Edilizia, delle industrie Affini ed estrattive. Billotti prende il posto di Ezio Dufour, alla guida del sindacato degli edili della Cgil da otto anni, ovvero i due mandati massimi previsti dallo statuto.

L’elezione è avvenuta sabato 11 giugno alla presenza del segretario organizzativo nazionale Fillea Cgil Maurizio Maurizi e della segretaria generale della Cgil Valle d’Aosta Vilma Gaillard.

La situazione degli edili, previsioni in rialzo per la massa salari. Ma non mancano le incertezze

“Oggi si chiude un capitolo importante della mia esperienza in Fillea, categoria che frequento ormai da 27 anni a partire dal 1995 – ha spiegato il segretario uscente Ezio Dufour, tracciando un bilancio degli ultimi otto anni e analizzando la situazione dell’edilizia in Valle –. Ad ottobre 2018, quando c’è stato l’ultimo congresso della categoria, venivamo da un decennio di crisi in cui il settore aveva perso circa la metà dei lavoratori edili che erano scesi da oltre 4000 a meno di 2000, e un terzo della massa salari complessiva passata da 68 milioni del 2010 ai 42 del 2018. In questi quattro anni ci sono stati un’iniziale inversione di tendenza con un aumento circa del 2 per cento nel 2019, che si è ovviamente interrotta nel 2020 con il blocco di gran parte delle attività dovuto alla pandemia”.

Da lì, ha proseguito Dufour, “c’è stato un deciso aumento: con una massa salari di 47 milioni e mezzo nel 2021, in crescita di circa il 10 per cento rispetto al 2019. Nell’anno in corso la previsione è, quindi, quella di superare i 50 milioni di massa salari. Aumenti dovuti in gran parte alle attività collegate ai bonus ristrutturazioni e all’efficienza energetica, il cosiddetto 110 per cento e in parte anche ai lavori che avevano subito un rinvio nel corso del 2020”.

“In questo contesto vi sono anche degli elementi di incertezza, legati all’aumento dei prezzi soprattutto per quanto riguarda i materiali collegati alle ristrutturazioni e in parte all’aumento dei costi energetici, collegati anche alla guerra in Ucraina. In tutto questo, pur in una fase di incertezza legata alla guerra e all’aumento dei prezzi, ci sentiamo di dire che le prospettive per il settore sono positive”.

Il problema del lavoro: più offerta che domanda

Dufour pone una riflessione però una riflessione ulteriore: “Va quindi tutto bene? No, paradossalmente i problemi di quattro anni fa si sono ribaltati. Mancanza di posti di lavoro, per esempio. In questo momento c’è nei nostri settori più offerta che domanda, soprattutto per quanto concerne le figure specialistiche”. Ma non solo: “Sulla sicurezza non ci devono essere né speculazioni né tentennamenti. Lo abbiamo detto e dimostrato con il nostro impegno e le nostre azioni”.

La parola al neo-segretario

Dopo l’elezione il neo-segretario generale della Fillea Cgil Valle d’Aosta Billotti ha preso la parola: “Sono entrato in punta di piedi in questa categoria, ma in questi anni ognuno di voi mi ha supportato e affiancato. Continuerò con umiltà e con una grande volontà di continuare a imparare a salvaguardare e a tutelare i diritti dei lavoratori che rappresento”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Lavoro
Lavoro