Politica di Redazione AostaSera |

Ultima modifica: 13 Dicembre 2019 18:23

Egomnia, Rete civica: “È necessario che la politica e la società tutta reagiscano”

Aosta - Rete civica che però chiarisce anche che: "Persone che risultassero indagate o pesantemente compromesse da quanto emerge dall'indagine non potranno continuare a ricoprire cariche apicali". E chiede "assunzioni di responsabilità trasparenti e significative”.

Rete Civica - Minelli, Sartore, BertinRete Civica, i consiglieri regionali Chiara Minelli e Alberto Bertin. Al centro il consigliere comunale di Aosta Loris Sartore

Anche Rete civica, il movimento che in Consiglio Valle esprime gli eletti Chiara Minelli e Alberto Bertin, reagisce alle notizie sulla doppia inchiesta sulla ‘ndrangheta in Valle e chiede alla politica una reazione.

 “Le notizie di stampa sull’indagine denominata ‘Egomnia’ confermano, purtroppo la pervasività e la pericolosità dell’organizzazione ‘ndranghetista valdostana come già l’indagine Geenna ha evidenziato – scrive Rete civica in una nota –. Ne emerge un quadro sconfortante con la ‘locale’ che stende le sue attenzioni su partiti in crisi di consenso e con politici che bussano, consapevoli o meno, alla porta di pluripregiudicati con lo scopo di raccogliere voti”.

“Ma al contempo – prosegue il comunicato –, dalle intercettazioni emergono anche forme di resistenza, come nel caso del consigliere di Rete civica Alberto Bertin, cui vanno la nostra solidarietà e vicinanza, il cui lungo impegno contro la criminalità organizzata ne ha fatto un simbolo da colpire, una icona da prendere di mira perché ostacolo al malaffare”.

“Ora è ancora più necessario che la politica e la società tutta reagiscano – scrive ancora Rete civica –. Bisognerà al più presto acquisire e esaminare la nuova documentazione, ma è evidente fin d’ora che persone che risultassero indagate o pesantemente compromesse da quanto emerge dall’indagine non potranno continuare a ricoprire cariche apicali. Ci attendiamo assunzioni di responsabilità trasparenti e significative”.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>