Politica di Luca Ventrice |

Ultima modifica: 19 Ottobre 2020 18:11

Errore di trascrizione nei verbali, Sylvie Spirli rientra in Consiglio ad Aosta

Aosta - Per un errore di trascrizione in uno degli uffici di scrutinio alla candidata della Lega era stata riportata la cifra di “1” preferenza invece di “11” e si era vista scavalcata dal compagno di partito Manuel Cipollone.

Sylvie Spirli durante la campagna elettorale per le Comunali 2020Sylvie Spirli durante la campagna elettorale per le Comunali 2020

Due settimane fa la sorpresa: alla proclamazione degli eletti in Consiglio comunale ad Aosta, dopo le Elezioni amministrative del 20 e 21 settembre ed il ballottaggio del 4 e 5 ottobre, la terza eletta della lista numero 7 “Lega Togni Sindaco” si vedeva scavalcare nelle preferenze dal suo compagno di squadra Manuel Cipollone.

Oggi la questione si è rovesciata nuovamente e sarà l’ex consigliera comunale di Sarre a sedere sui banchi dell’opposizione nell’aula dell’Assemblea del Capoluogo assieme a Sergio Togni e Bruno Giordano.

L’Ufficio centrale si è infatti riunito in seguito all’istanza di autotutela urgente presentata dalla candidata Spirli e dall’esame dei verbali è risultato che, per un mero errore materiale di trascrizione in uno degli uffici di scrutinio, nel verbale delle operazioni dell’Ufficio centrale è stata riportata la cifra di1preferenza invece di11preferenze, come peraltro risulta in entrambe le copie del verbale del seggio in questione.

A seguito della correzione dell’errore nel verbale dell’Ufficio centrale – spiega una nota del Comune di Aosta – le preferenze della candidata Spirli sono passate da 160 a 170.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>