In arrivo 1,5 milioni dal Pnrr per il nuovo Palaghiaccio di Aosta

Il Comune è stato ammesso al finanziamento Pnrr per 1,5 milioni di euro. I restanti 9,5 saranno in capo alle casse municipali. La progettazione della nuova struttura - che sorgerà di fronte a quella attuale, dove troverà invece posto un parcheggio alberato - "è in fase molto avanzata" ha spiegato l'assessore ai Lavori pubblici Cometto.
Palaghiaccio di Aosta
Politica

L’idea, che valeva il tentativo, era stata lanciata in Commissione consiliare lo scorso febbraio: la Giunta comunale di Aosta pensava alla realizzazione di un nuovo Palaghiaccio per la città. E per farlo, a fine aprile era stata approvata la partecipazione al bando del Piano nazionale di ripresa e resilienza.

Oggi la conferma: il Comune è stato ammesso al finanziamento Pnrr per 1,5 milioni di euro, mentre i restanti 9,5 – il costo totale dell’opera si aggira attorno agli 11 milioni – sarà invece colmato dalle casse municipali.

Spiega l’assessore ai Lavori pubblici Corrado Cometto: “La Giunta ha sempre prestato grande attenzione nei riguardi di questo impianto, vista anche l’elevatissima frequentazione, dato che parliamo di oltre 500 tesserati. La novità, inoltre, è il fatto che abbiamo chiesto che il progetto del nuovo Palaghiaccio contempli anche una doppia pista di curling. È chiaro che ora bisogna correre, dato che il Pnrr ha scadenze molto molto strette. Servono ulteriori adempimenti, da fare rapidamente, e speriamo in una bella offerta per il leasing in costruendo che aiuti a trovare risorse, visto il carattere di interesse regionale dell’infrastruttura”.

Già, perché la formula – già lanciata nel settembre 2020, quando si parlava della riqualificazione della struttura con la società Techne – è proprio quella del leasing in costruendo, ovvero una forma di finanziamento privato delle opere pubbliche.

L’obiettivo – già spiegato in Commissione – è quello di costruire il nuovo edificio di fronte a quello attuale, dove attualmente insiste il parcheggio: “Così facendo – aggiunge Cometto – la vecchia struttura resterà in funzione fino al collaudo di quella nuova. Una volta collaudata ci si trasferirà e partiranno le rate del leasing in costruendo. Durante la costruzione, quindi, non c’è un esborso da parte dell’Amministrazione. Una volta che i tesserati saranno dentro il nuovo Palaghiaccio si demolirà quello vecchio e verrà ripristinata l’offerta di sosta che c’è adesso, con la realizzazione di un parcheggio alberato, finalmente, migliorando di molto la nostra ‘Cittadella dello sport’”.

Contando i tempi stretti del Pnrr – che vuole le opere finite al 2026 –, restano da definire quelli della progettazione: “È già in fase molto avanzata – aggiunge l’assessore –, abbiamo già visto delle bozze. Entro un mese dovremmo avere la presentazione dell’offerta del leasing in costruendo che dovrebbe prevedere anche il progetto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica