Il primo “Baby pit-stop” di Aosta sarà inaugurato tra aprile e maggio

A chiederne conto in Consiglio comunale il capogruppo di Forza Italia Laurencet. In replica l'assessora Forcellati dice che il primo Baby pit-stop - ambienti protetti nei quali allattare i bambini e provvedere al cambio del pannolino - sarà allestito in una delle farmacie comunali.
Un Baby Pit Stop a Bari Foto Facebook
Società

Il primo “Baby pit-stop” di Aosta – ovvero l’istituzione di ambienti protetti nei quali le mamme possano allattare i propri bambini e le famiglie provvedere al cambio del pannolino – verrà inaugurato, tra aprile e maggio, in una delle farmacie comunali.

A chiederne conto nell’Assemblea cittadina è stato il capogruppo di Forza Italia Paolo Laurencet ad oltre un anno dall’approvazione in aula. Il consigliere azzurro evidenzia il ritardo, chiedendo alla Giunta di “attivarsi per una rapida apertura e per una conseguente piena fruibilità dei ‘Baby pit-stop’ ad Aosta, dandone opportuna pubblicità alla cittadinanza e alle famiglie in visita sul nostro territorio, anche attraverso i principali canali di promozione turistica della nostra città”.

La risposta arriva dall’assessora alle Politiche sociali Clotilde Forcellati: “Nel mese di aprile, ma io direi forse anche a maggio, di quest’anno sarà inaugurato il Baby pit-stop in una delle nostre farmacie comunali. Non mi sembra però che questo basti. Non è però sufficiente e non fa di Aosta città turistica capace di accogliere e risolvere i problemi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte