Sport di Luca Ventrice |

Ultima modifica: 29 Maggio 2019 16:47

Torna la Giornata di sport, salute e stili di vita, all’insegna delle “buone abitudini”

Aosta - L’appuntamento - in regione Tzambarlet ad Aosta e giunto alla 16^ edizione - è per domenica 2 giugno dalle 14.30. Tra le molte attività sportive, proposte dal Coni con l’Usl, tre novità ai laghetti di Brissogne: triathlon, canoa e golf.

Giornata di sportLe magliette della Giornata di sport

Scherma, pallavolo, pesistica, tennis tavolo, ginnastica posturale, equitazione, arrampicata, basket, bicicletta, tennis, rugby, canto e ballo, scherma antica, ritmica, attività per portatori di handicap, ginnastica, baseball, pattinaggio su ghiaccio e tre novità: triathlon, canoa e golf.

È nutrito il programma di attività presentato oggi – mercoledì 29 maggio – per la 16^ edizione della Giornata di sport, salute e stili di vita “Chi si ferma è perduto” organizzata dal Coni con l’Azienda Usl e la Regione e patrocinata dal Comune di Aosta e da Legambiente.

L’appuntamento è – meteo permettendo, in caso di maltempo la manifestazione sarà annullata – per domenica 2 giugno in Regione Tzambarlet ad Aosta, dalle 14.30 alle 18.30.

Un momento che fa parte della “cura del proprio corpo” – soprattutto in una Regione di sportivi – sulla quale ha insistito il Commissario Usl Angelo Pescarmona: “Lo sport è uno di quei comportamenti che appartengono alle sane abitudini di vita che hanno consentito di incrementare l’aspettativa di vita di 3,6 anni negli ultimi 15 in Valle d’Aosta, ben sopra la media nazionale che si attesta a 2 circa”.

E sulle pratiche salutari si sofferma anche la politica, con l’Assessore alla Sanità Mauro Baccega a spiegare come “le buone abitudini negli anni si ripetono e questa lo è, un momento che cerchiamo di sostenere anche come Assessorato”, mentre per il Sindaco del Capoluogo Fulvio Centoz “Non solo Aosta è una Città Europea dello Sport, ma si è sempre cercato di investire dando un’impronta sempre più ciclabile. Dovremmo riuscire ad avere 14 km di pista in città, abbiamo liberato alcune piazze e andiamo verso la pedonalizzazione dell’Arco di Augusto per vivere la città in salute, camminando e andando in bicicletta”.

Non solo sport

A raccontare la manifestazione con qualche dettaglio in più ci pensa invece il Presidente del Coni Valle d’Aosta Piero Marchiando: “Questa Giornata è stata fortemente voluta dal Coni, e abbinata al motto ‘Chi si ferma è perduto’ dell’Usl che invita proprio tutti a muoversi per vivere in maniera migliore. Le attività si terranno nell’area di Tzambarlet, sia nel Pala Indoor sia all’esterno, al Tesolin e con una piccola appendice ai laghetti di Brissogne per la canoa ed il golf”.

Sane abitudini che allo sport, però, legano l’attenzione agli equilibri del mondo circostante: “La collaborazione con Legambiente – prosegue Marchiando – è volta a mettere in atto le migliori pratiche per l’ambiente ed il contenimento dell’utilizzo della plastica, mentre grazie alla palestra Disval all’interno del Pala Indoor verrà data la possibilità di fare attività sportiva anche ai portatori di handicap”.

Due eventi collettivi, indossando le magliette della manifestazione

Con le due ormai “classiche” t-shirt che individuano la manifestazione, sono altrettanti gli eventi “collettivi” in programma.

“La Presidenza del Consiglio dei ministri – spiega invece Giorgio Galli, responsabile dell’Ufficio stampa dell’Usl – ha istituito questa Giornata ufficialmente nel 2003. Con lungimiranza la nostra Azienda l’aveva già fatto un anno prima, nel 2002, anticipando di un anno iniziativa nazionale. Con le magliette con la scritta ‘Io cammino’ e ‘Io pedalo’, alle 15, partiremo con una ‘pedalata amatoriale da Tzambarlet alla Grand-Place di Pollein, mentre in contemporanea si terrà la camminata di Nordik walking con istruttore”.

“L’invito – chiude Galli per tutti – è sempre quello, rivolto a tutta la popolazione, di ogni età: praticare attività fisica, anche al di là dell’agonismo”.

Giornata di sport
Giornata dello sport, da sx Centoz, Marchiando, Marzi, Pescarmona, Baccega e Galli

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>