Società

Pandemia, lockdown e qualità dell’aria. Ad Aosta crolla il biossido di azoto, crescono le polveri sottili

Aosta - L’Arpa ha infatti pubblicato il suo primo bilancio della Qualità dell’Aria di Aosta per il 2020. Complice la riduzione del traffico il biossido di azoto cala del 20% rispetto allo scorso anno. Diverso per il Pm10, che tra le sue fonti ha il riscaldamento domestico il cui uso è aumentato causa smart working e didattica a distanza.
di Luca Ventrice
Società

Aosta, con il lockdown il biossido di azoto è sceso del 53% ad aprile

Aosta - Arpa si è chiesta come sarebbe cambiata la qualità dell'aria del Capoluogo senza il "blocco" delle attività dovuto all'emergenza. Le diminuzioni di valori primaverili incrociano il "lockdown": crolla l'NO2 - legato soprattutto al traffico veicolare -, minore l'impatto sulle polveri.
di Luca Ventrice