Società di Redazione AostaSera |

Ultima modifica: 23 Marzo 2021 12:57

Aumento dell’Irpef ad Aosta, i sindacati dei pensionati: “Decisione sbagliata in un periodo di grave crisi”

Aosta - “Così facendo si vanno a colpire prevalentemente pensionati, lavoratori e le fasce più deboli della popolazione”, spiegano Spi Cgil, Fnp Cisl e Uil pensionati parlando dell'aumento dallo 0,3 allo 0,5%. Organizzazioni sindacali che chiedono un incontro urgente con il Sindaco Gianni Nuti.

Soldi EuroSoldi Euro

Un “incontro urgente” con il Sindaco di Aosta Nuti per discutere la scelta “totalmente discutibile di aumentare la pressione fiscale sui cittadini, portando l’aliquota comunale dell’addizionale Irpef dallo 0,30 allo 0,50%”.

A chiederlo sono stati i sindacati dei pensionati di Cgil, Cisl e Uil, che in una nota parlano di “una decisione sbagliata presa dall’amministrazione Nuti in un periodo di grave crisi economica e sociale, dovuta anche alla situazione di emergenza sanitaria, che stiamo vivendo”.

“Così facendo – aggiungono ancora Spi Cgil, Fnp Cisl e Uil pensionatisi vanno a colpire prevalentemente pensionati, lavoratori e le fasce più deboli della popolazione”.

“Non nascondiamo un certo stupore, nonché rammarico, per la scelta assunta dalla giunta guidata dal sindaco Nuti – si legge nella nota –. L’incremento delle aliquote aumenta la pressione fiscale in assenza di una reale progressività dell’imposta, incidendo particolarmente sulle fasce di reddito basse. Riteniamo iniquo far ricadere i crescenti costi dei servizi quasi unicamente sui redditi delle persone fisiche (famiglie, lavoratori, pensionati, fasce deboli)”.

La soluzione, scrivono ancora le organizzazioni sindacali, deve essere diversa, ma non solo: “È necessario che vengano riviste le modalità di incremento del gettito nel rispetto di criteri più equi e progressivi – chiude il comunicato –. Nella richiesta di incontro chiediamo inoltre di discutere delle nuove modalità digitali di pagamento delle imposte e dei tributi comunali e del trasferimento dello ‘Sportello Amico’”.

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo