Società di Redazione AostaSera |

Ultima modifica: 6 Ottobre 2020 20:38

Ponte crollato, al via a Gaby i lavori per una variante provvisoria alla strada regionale

Gaby - Prevista la costruzione in dieci giorni di un guado a valle del ponte crollato, a senso unico alternato in corrispondenza di una strettoia tra alcuni edifici, per consentire il transito di tutti i mezzi senza limitazioni di carico e di sagoma.

Incontro a Gaby su interventi per strada regionaleIncontro a Gaby su interventi per strada regionale

Hanno preso il via oggi gli interventi urgenti volti a garantire la percorribilità dell’intera vallata del Lys, a seguito del crollo del ponte di Gaby. Oltre ai lavori di rimozione dei detriti del ponte crollato e delle porzioni ancora pericolanti nonché agli interventi di messa in sicurezza degli argini, è iniziata la realizzazione di una variante provvisoria alla strada regionale.

In particolare in una decina di giorni i tecnici contano di poter costruire un guado a valle del ponte crollato, a senso unico alternato in corrispondenza di una strettoia tra alcuni edifici, al fine di consentire il transito di tutti i mezzi senza limitazioni di carico e di sagoma.

Gli interventi sono stati illustrati ieri a Gaby dal Presidente della Regione e dagli Assessori regionali ai Sindaci e agli Amministratori comunali di Gressoney-La-Trinité, Gressoney-Saint-Jean e Gaby, alla presenza del Coordinatore del Dipartimento Infrastrutture e Viabilità dell’Assessorato regionale Opere pubbliche e Territorio.

“Il guado risulta indispensabile per permettere l’approvvigionamento di combustibili e il regolare proseguimento delle attività locali.” spiega una nota “Parallelamente, sarà immediatamente avviata la progettazione per il rifacimento del ponte crollato con l’obiettivo di realizzare l’intervento di ricostruzione entro la fine dell’anno.

La richiesta degli amministratori è di fare in fretta per poter superare in breve tempo l’emergenza viaria, garantendo così la ripresa della normalità delle attività economiche e sociali nella comunità del Lys, anche in vista della prossima stagione turistica invernale.

 

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>