Sport di Orlando Bonserio |

Ultima modifica: 4 Marzo 2021 14:43

Un nuovo ultratrail attorno al Cervino, al via la manifestazione di interesse per organizzare la gara

Valtournenche - “L’obiettivo dell’amministrazione comunale di Valtournenche è di lanciare la prima edizione già a luglio 2021, se la situazione lo permetterà”, spiega l’assessora Chantal Vuillermoz.

Cervino X Trail - Immagine d'archivio

Un nuovo ultratrail attorno al Cervino, che parta ed arrivi a Breuil-Cervinia e tocchi il territorio svizzero di Zermatt ricalcando, anche parzialmente, il percorso del Tour du Cervin. Nulla a che vedere con la Cervino Matterhorn Ultra Race, che avrebbe dovuto vedere la luce l’anno scorso ma fu poi annullata.

L’amministrazione comunale di Valtournenche ha aperto un avviso di manifestazione d’interesse per organizzare la gara (per un valore stimato dell’affidamento di 55.000 euro; vale l’offerta economicamente più vantaggiosa) già quest’estate. Non sarà un’edizione zero: “Per noi sarà una prima edizione a tutti gli effetti”, spiega l’assessora comunale all’ambiente, sport e montagna, Chantal Vuillermoz. “L’idea è di organizzarla già a luglio 2021, se la situazione lo permetterà, altrimenti rimanderemo all’estate 2022. Ci sarebbe piaciuto giocare d’anticipo, ma l’emergenza ci ha parecchio rallentati”.

Le tempistiche, infatti, sono strette: la manifestazione d’interesse chiude il 22 marzo, a cui vanno poi aggiunti i tempi tecnici per l’affidamento. Rimangono pochi mesi per promuovere la gara, invitare atleti di livello, trovare una data che non si sovrapponga ad altre corse e pensare agli aspetti organizzativi.

La gara rientra nel progetto Interreg Italia-Svizzera “Trek+ – Tourisme outdoor durable et transfrontalier au coeur de la zone Matterhorn/Cervino”, nato nel 2017, che ha “l’obiettivo di promuovere lo sviluppo sostenibile, ampliando i target di clientela e migliorando nello stesso tempo l’attrattività dell’area del Cervino, nella prospettiva di una sempre maggiore tutela dell’ambiente naturale. La finalità sul lungo periodo è di contribuire all’evoluzione delle pratiche sportive e di svago in alta montagna, partendo da una migliore offerta escursionistica nel territorio transfrontaliero di progetto, conosciuto e frequentato da una clientela internazionale. Si intende fare degli sport outdoor in alta montagna dei motori per le economie delle zone alpine durante l’estate, mettendo in sinergia gli sforzi di numerosi attori, concentrando gli investimenti su una forte collaborazione transfrontaliera”.

Nell’offerta, tra le altre cose, vanno previsti tre percorsi agonistici di corta, media e lunga percorrenza e, opzionalmente, un percorso per famiglie o dilettanti ed uno per bici o e-bike.

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo